Scena di ordinaria follia ieri attorno allo Stadio San Paolo: dopo la partita Napoli – Trabzonspor, che ha sancito il passaggio della squadra italiana in Europa League, la città partenopea è stato scenario di scontri tra forze dell’ordine e sostenitori delle due squadre. In mezzo al caos si è ritrovata anche una troupe Endemol di “Torto o ragione” che, dopo le registrazioni a Napoli, stava rientrando a Roma.

La conduttrice del programma Monica Leofreddi ha documentato i fatti, pubblicando su Twitter delle foto che testimoniano la violenza subita:

“Bello lo sport, a Napoli vicino allo stadio colpiti a sassate ecco il risultato # vivipermiracolo”.

Riguardo i fatti “Leggo” ha riportato la dinamica dell’incidente:

“Nove persone fra personale di produzione, attori e autori sono state aggredite a bordo del pulmino che li stava trasportando alla stazione centrale per il rientro nella capitale in vista del fine settimana”.

Dalle parole di Valerio Pagliarulo, ispettore di produzione del programma di Rai1 intervistato da Alex Achille a Radiochat.it, si deduce la paura di quei momenti:

“Ci hanno seguito probabilmente convinti che eravamo tifosi della Turchia e sotto la Curva B dello stadio, approfittando del semaforo rosso, sono scesi e ci hanno spaccato tutti i vetri del furgone Ncc nero che ci ospitava”.

Fortunatamente tutto è finito per il meglio, anche grazie all’autista del furgone, così come racconta il direttore di produzione Daniela Toppi:

“Devo rigraziare la prontezza di spirito dell’autista che è riuscito a scappare in tempo e a quella del mio collega Pagliarulo che accorgendosi di tutto, ci ha fatto abbassare, proteggendoci dalle schegge di vetro”.

Paura anche per Alba Parietti che, dagli studi Rai di Napoli, commenta in modo sarcastico l’accaduto sul suo profilo Facebook:

“ Mamma li turchi….. Stiamo finendo di registrare alla Rai di Napoli e siamo a fianco dello stadio …. Pulman e pulman di tifosi ….. Riusciranno i nostri eroi che siamo io e tedeschi a raggiungere l’agognato aeroporto ?!”.