Forse sto invecchiando. Perché quando stamattina ho visto questo tweet ho provato un po’ di tristezza. Naike Rivelli non si ferma più. Dai video trash-erotico alle foto (mezza) nuda è passata direttamente a uno scatto che può essere definito a tutti gli effetti a luci rosse. Per vederlo nella sua interezza dovete andare su Twitter (qui). Qui preferisco non postarlo. Non perché sono bigotto (chiedete a chi mi conosce…). Non lo metto perché la figlia di Ornella Muti mi fa tenerezza.

Il web è un posto meraviglioso. Lo dico sempre. Ma è un’arma a doppio taglio. Ottenere visibilità è semplice, ma lo è altrettanto cadere nel cattivo gusto. A me del percorso di Naike poco importa, ma posso tranquillamente affermare che tra sensualità e volgarità c’è una netta differenza, seppur il confine sia davvero labile. Sta a voi decidere da che parte mettere la dolce Rivelli. Io la guardo, osservo i suoi occhi e rivedo la Sara Tommasi di qualche tempo fa. Forse sarò ripetitivo, ma mi fa un po’ tristezza. Ciao.

Silvio De Rossi su GooglePlus, Twitter e Facebook

Link Utili:
Twitter #epicfail e Analfabetismo Digitale: Internet, questo sconosciuto.

Social Network: 5 cose da non fare su Facebook (secondo me).

Coca Cola e Nutella: l’Era del Personal Branding si apre con i nostri nomi.

n.b.
Blogger Inside è una rubrica nonsense, nata senza un senso (appunto, nonsense) apparente. Chiedo scusa a tutti quelli che hanno le idee sempre (troppo) chiare. Peace.