Reduci da una grande performance al Festival di Sanremo 2015 i kuTso, vincitori morali di questa 65esima edizione della kermesse, hanno portato una vera e propria ventata d’aria fresca, frizzante e irriverente grazie al loro brano “Elisa” che gli ha fatto guadagnare il secondo posto per le Nuove Proposte.

Si scrive kuTso ma si legge “all’inglese”, con la “a” al posto della “u”: la band romana, formata da Matteo Gabbianelli alla voce, Donatello Giorgi – chitarra e cori -, Luca Amendola –basso e cori – e Simone Bravi alla batteria, ha raccontato a Leonardo.it il suo percorso a Sanremo fino al nuovo album “Musica per persone sensibili” uscito il 12 febbraio e quindi proprio durante la kermesse della musica italiana.

I kuTso si sono definiti “estremamente soddisfatti” della loro performance perché, come affermato dallo stesso Matteo, “abbiamo preso tutto ciò che si poteva prendere, siamo andati fino in fondo ed è andata nel migliore dei modi. Abbiamo svolto il nostro compito e credo che meglio di così non saremmo riusciti a fare”.

Aneddoto più divertente di questo festival “è stato quando, in conferenza stampa, abbiamo recitato la poesia di Pietro Pacciani, il mostro di Firenze, all’insaputa dei giornalisti che hanno anche applaudito, pur non sapendo chi fosse realmente”. Soddisfatti anche del feedback ricevuto dal pubblico, “entusiasta perché ha visto qualcosa che probabilmente non era abituato a vedere, anche perché siamo coscienti di essere un progetto ‘sui generis’, soprattutto in quel contesto”.

Le critiche negative non arrivano, nel senso almeno non arrivano a noi, ce lo dicono alle spalle: noi abbiamo soltanto feedback positivi”.

I kuTso hanno sempre ribadito di essere andati al Festival senza alcune pretese, prendendo questa “avventura” in maniera del tutto tranquilla ma anche nella prima serata, prima di salire sul palco “la tensione sicuramente c’era” dice Matteo “almeno per quanto mi riguarda il brano (Elisa) non è facile da cantare”. Brano che appunto è contenuto anche nel nuovo album, uscito il 12 febbraio, “Musica per persone sensibili”, pubblicato da IT.POP e prodotto dagli stessi kuTso e da Alex Britti su licenza di Universal Music.

Il disco è una raccolta di brani “sia di qualche anno fa che di qualche mese fa” e che “coprono un ampio spettro di caratteristiche del nostro sound”. Dirompente, rocambolesco e mortifero: queste le tre parole per descrivere questo loro nuovo lavoro che contiene un totale di quattordici tracce e qualche collaborazione tra cui quella proprio con Alex Britti in “Spray Nasale”, “Nel buio e nel silenzio” con Pier Cortese e “L’amore è” con Piotta.

Un nuovo album che li porterà anche in giro un po’ per tutta Italia con il “Tour per persone sensibili” che partirà il 12 marzo da Torino ma dato che sono in “perpetuo aggiornamento”, solo per ora dovrebbe terminare il 24 aprile a Bergamo.

Questa la tracklist dell’album:

  1. Bluff
  2. Elisa
  3. Bevo te
  4. Spray nasale feat. Alex Britti
  5. Io rosico – feat. Enriquez
  6. Nel buio e nel silenzio – feat. Pier Cortese
  7. Call center – feat. Ketty Passa
  8. Vengo in pace
  9. Se copuliamo
  10. L’amore è – feat. Piotta
  11. Ma quale rockstar
  12. Non servono
  13. Why don’t we do it in the road (musica e testo McCartney – Lennon)- feat Viva Lion
  14. Triste – feat. Roberto Angelini

Queste, invece, le date ancora provvisorie del tour (perpetuo) per persone sensibili:

  • 12 marzo – Torino, Cap 10100
  • 13 marzo – Milano, Salumeria della musica
  • 19 marzo – Bologna. Locomotiv club
  • 20 marzo – Mantova, Arci Tom
  • 27 marzo – Foligno, Supersonic Music Club
  • 28 marzo – Data da annunciare
  • 3 aprile – Grosseto, Faq
  • 5 aprile – Cesena, Vidia Club – Pasqua Rock
  • 10 aprile – Rieti, Depero Club
  • 16 aprile – Roma, Monk Club
  • 17 aprile – Conversano, Casa delle arti
  • 18 aprile – Lecce, Officine Catelmo
  • 24 aprile – Bergamo, Druso Circus