Ha dato forfait Lindsay Lohan alla prima proiezione di “ The Canyons” di Paul Schrader, del quale è l’interprete principale, film fuori concorso che era molto atteso per questa 70esima edizione della mostra del cinema di Venezia.

Protagonista accanto alla Lohan è il pornodivo James Deen (il nome d’arte viene da un soprannome attribuitogli per una lieve somiglianza)che debutta per la prima volta fuori dalla produzione hard e che non manca alla kermesse ed è generoso di autografi.

Ambientato nella Lo s Angeles, terra delle facili promesse di fama, racconta di produzioni cinematografiche da quattro soldi, ossessione per il sesso e infimi giochi mentali (foto by InfoPhoto).

La pellicola non ha animato la platea, non è stato applaudito.

Stroncato per la maggiore dalla critica americana, il film vuole essere una riflessione sul cinema e sul suo futuro. Il film ruota intorno al triangolo composto da un’aspirante attrice senza grande talento (la Lohan), un produttore ricco figlio di papà (Deen) e un ex modello che vorrebbe far carriera nel cinema.

La storia mostra il rapporto malato tra Christian, un atletico James Deen, e Tara, Lindsay Lohan che di fatto interpreta se stessa. Il terzo, apparentemente, in comodo è un vecchio amore, Ryan, che cercherà di riportare Tara sulla retta via, togliendola dalle orge organizzate via internet dal fidanzato.

Il personaggio di Lindsay Lohan, nel bene e nel male, ha polarizzato l’attenzione dei media nella promozione di questo film, così come la sua assenza di oggi.

Ecco il trailer del film: