E’ il giorno di Gianni Amelio e del suo “L’intrepido’” secondo film italiano in concorso alla 70edizione della Mostra del cinema di Venezia.

Amelio, nel 1998, trionfò proprio a Venezia con “Così ridevano”, ultima volta dell’Italia, che punta con questo nuovo lavoro ad un bis, ovvero altro Leone D’Oro.

Stando all’accoglienza dei critici, sembra lontana la vittoria per questo film. La proiezione de “L’intrepido” di questa mattina, infatti, ha ricevuto infatti applausi ma anche qualche buu (provenienti da una piccola zona della sala Darsena), ma poi applaudito in conferenza stampa.

Antonio Albanese è il protagonista del film e interpreta Antonio Pepe, un eroe solitario, un uomo che ogni giorno si dedica a un mestiere diverso, costretto a vivere alla giornata, per colpa della crisi economica attuale.

Antonio nel film guida tram, consegna pizze a domicilio, affigge di notte poster stradali in attesa di trovare un lavoro stabile. Antonio è separato dalla moglie Adriana (Sandra Ceccarelli) con la quale ha avuto un figlio, Ivo (Gabriele Santagata), iscritto al Conservatorio di Milano dove impara a suonare il sax.

che appartiene a quella generazione di giovani che hanno studiato per essere messi sempre da parte, senza una speranza nel futuro, infatti, anche per lui, le cose non si mettono bene. Anche Lucia (Livia Rossi) si troverà in situazioni di difficoltà, una ragazza che porta con sé un segreto e che Antonio conoscerà durante un concorso per insegnanti.

Il film sarà sul grande schermo a partire dal 5 settembre 2013. “Un film fuori moda che racconta la dignità di un uomo”, ha chiosato il regista.

Ecco il trailer: