Ha deciso di annunciare il suo ritiro dal cinema proprio alla Mostra internazionale di Venezia.

Hayao Miyazaki, uno dei maestri del cinema mondiale, si ritira, è ufficiale. Il giapponese nel 2005 fu premiato con il Leone d’Oro alla carriera. Miyazaki è uno dei rappresentanti più importanti della scuola giapponese dei film d’animazione, forse il più grande insieme a Go Nagai.

Giunto a 72 anni, Miyazaky illustrerà le ragioni del suo ritiro alla conferenza stampa organizzata per la prossima settimana in Giappone (foto by InfoPhoto).

Il suo ultimo film “The Wind Rises – Kaze Tachinu” è una sorta di biopic animato che racconta la storia di Jiro Horikoshi il geniale progettista giapponese, padre degli aerei Zero, che durante la Seconda Guerra Mondiale contrastarono gli aerei americani nei cieli del Pacifico dando prova delle loro qualità tecniche.

Il film è incentrato sull’evoluzione creativa di un progettista, mostra il suo mondo fatto di meccanica, viti e bulloni ma senza annoiare. Si tratta di una pellicola commovente, dolce e ottimistico, in cui le abilità dei singoli sono al di sopra dell’atteggiamento della nazione che Miyazaki critica fortemente.

Hayao Miyazaki è autore di veri e propri capolavori come: “La città incantata”, premiato con l’Oscar nel 2003, “Conan, il ragazzo del futuro”, “Nausicaa della Valle del Vento”, “Il mio vicino Totoro”, “Il castello errante di Howl” e “La Principessa Mononoke”. Il suo ultimo film, “Wind Rises” verrà distribuito in Italia dalla Lucky Red.

Ecco il video dell’addio: