Un film di Francesco Rosi, Con Rod Steiger, Guido Alberti, Marcello Cannavale, Alberto Canocchia, Salvo Randone.

Il film vincitore del Leone d’oro 50 anni fa, è stato presentato alla Mostra internazionale del cinema di Venezia in restauro digitale a cura della Cineteca Nazionale di Roma, effettuato per l’occasione e in prima mondiale. Sarà presente al festival il regista Francesco Rosi, Leone d’oro alla carriera della Mostra di Venezia 2012.

Siamo nei primi snni sessanta, a Napoli, una delle tante città della penisola dove la speculazione edilizia, negli anni del boom economico, come in quelli successivi, ha devastato il paesaggio. Si racconta di come aree a destinazione agricola possono diventare zone edificabili garantendo profitti enormi agli imprenditori.

La questione edilizia, fulcro dell’opera,  è il riflesso dei disordinati processi di trasformazione economica e sociale del Paese all’epoca.

In “Le mani sulla città” centrale è il ruolo dell’imprenditore edile Eduardo Nottola (interpretato dal grande Rod Steiger), politico e speculatore vorace, consigliere comunale pronto a tutto pur di far “quattrini”.

Nottola è un personaggio in pieno conflitto di interesse e anche quando il crollo di un palazzo la cui demolizione era stata assegnata alla sua ditta, la sua carriera procede prosperosa e diventa assessore. L’agguerrito protagonista della pellicola è arbitro e giocatore e forse solo la sua coscienza potrà fargli fare dietrofront. o forse no.

Guarda il trailer: