Applausi a Venezia per George Clooney e Sandra Bullock, attori protagonisti di “Gravity”, il film fuori concorso di Alfonso Cuaron che ha aperto ufficialmente la 70esima Mostra del Cinema.

Acclamatissimi dai fan in delirio e accolti da una folla di fotografi e cameramen che urlavano a gran voce i loro nomi per farli voltare verso i loro obiettivi, i due sono arrivati a bordo di una lancia, soffermandosi a lungo a salutare.

La proiezione del film, cominciata con 30 minuti di ritardo per la distribuzione degli occhialini 3D, era la prima per i giornalisti che hanno accolto calorosamente la coppia di divi hollywoodiani (foto by InfoPhoto).

Nella pellicola i due interpretano la dottoressa Ryan Stone (Bullock), ingegnere medico alla sua prima missione, e l’astronauta veterano Matt Kowalsky (Clooney) che a causa d’imprevista pioggia di detriti si ritrovano dispersi nell’oscurità dello spazio. La navicella perde il contatto con la terra e i due dovranno rassegnarsi a orbitare lontano da tutto ciò che fino a poco prima rappresentava la loro vita quotidiana.

“Nei momenti complicati cerco di essere riflessivo, di reagire senza urlare. Insomma cerco di imitare coloro che reagiscono bene”, così George Clooney nella conferenza stampa.

Per interpretare al meglio la loro parte Clooney e Bullock si sono sottoposti ad un allenamento intensivo per prepararsi al ruolo. Entrambi infatti sono apparsi in piena forma.

Guarda il trailer: