Ray Manzarek ha perso la sua battaglia contro il cancro. Il fondatore dei Doors, band alla quale aveva dato i natali assieme a Jim Morrison, si è spento all’età di 74 anni dopo una lunga guerra. Tastierista dal sound unico ed inimitabile, fu assieme al già citato Morrison l’anima del gruppo, che portò a successi incredibile nella sua carriera. Un altro pezzo di storia della musica ci lascia: e con l’”Architetto”, come amava definirsi lo stesso Manzarek, di fatto si chiude la storia dei Doors. Storia che ha cambiato il corso della musica.

Fu lui a ridefinire il suono della band, addolcendolo e allo stesso tempo rinforzandolo grazie anche all’insolita decisione di rinunciare al basso, scelta molto particolare per una rock band. Manzarek era nato a Chicago il 12 settembre del 1939; prima innamorato del pianoforte, inizia la sua carriera tra blues, rock’n'roll e boogie woogie. L’incontro con Jim Morrison cambia la sua vita: assieme a due, si uniscono Robbie Krieger, chitarrista, e John Densmore alla batteria. I quattro diventano i Doors. E da lì cambia tutto.