Si è spento nella giornata di oggi l’attore Toni Bertorelli, di 67 anni: molto noto per i suoi tantissimi ruoli da caratterista, sia al cinema che in tv, l’uomo era ricoverato da maggio. La notizia è stata confermata dalla moglie Barbara.

Nato il 18 marzo del 1948 a Barge, Bertorelli aveva esordito a teatro a soli 21 anni. Ma i suoi ruoli più famosi probabilmente si devono alla sua esperienza su grande e piccolo schermo.

Inconfondibile il suo volto scavato per il quale era stato scelto da molti cineasti. L’interprete  compare infatti in pellicole come Morte di un matematico napoletano, Pasolini, un delitto italiano, Il partigiano Johnny, Luce dei miei occhi, La stanza del figlio e Il caimano. Tra i suoi film più importanti anche La passione di Cristo firmata da Mel Gibon, Romanzo Criminale di Michele Placido e L‘ora di religione di Marco Bellocchio.

Instancabile lavoratore, Bertorelli ha preso parte anche a molti prodotti televisivi come fiction e film tv, da Il giovane Casanova a L’onore e il rispetto passando per Il tredicesimo apostolo, Guerra e pace e Pinocchio. Di recente lo si era visto nella serie tv The Young Pope di Paolo Sorrentino, nei panni del fragile ma determinatissimo cardinale Caltanissetta.

L’attore, i cui funerali si svolgeranno lunedì 29 maggio alle 12 presso la Chiesa degli Artisti in piazza del Popolo a Roma, aveva pubblicato due libri: il primo, L’effetto del jazz, raccontava la storia del del primo jazz club italiano a Torino, mentre l’altro Voglio vivere senza di te, era la confessione della lotta contro il demone che aveva caratterizzato una buona parte della sua vita, quello dell’alcolismo.