È morto a ottantaquattro anni il regista inglese Ken Russel, autore di opere provocatorie come «Donne in Amore» e «I Diavoli» ma che firmò anche il video clip dei Who.

Nel 1969 Russel firmò la regia del film «Donne in Amore», adattando l’opera letteraria di David Herbert Lawrence, l’autore del celebre romanzo L’amante di lady Chatterley.

A questa prima pellicola di successo, seguì una seconda pellicola che fece molta eco per il suo eccesso di blasfemia, interpretato dall’attrice Vanessa Redgrave e che portò Ken Russel all’importante vetrina del Festival Internazionale d’arte del cinema di Venezia.

Ma il film fu accolto con accenti piuttosto polemici da un pubblico ed una critica scandalizzati.

Il poeta italiano Giovanni Raboni, che all’epoca scriveva per il quotidiano l’Avvenire, recensì il film descrivendolo come un’opera complessa ma sicuramente da conoscere, e per questo fu messo alla porta dalla redazione della testata giornalistica.

Ma Ken Russel fu regista duttile e resterà nei libri di storia del cinema anche per aver girato la lunga clip psichedelica Tommy, della band musicale The Who.

Lo scomparso cineasta va inoltre ricordato anche per aver girato la versione realistica del film Pretty woman, dal titolo «Whore», nel 1991, con un occhio nettamente contrapposto al romanticismo della commedia rosa interpretata dalla coppia Gere-Roberts.