La nuova frontiera dei reality passa per le pompe funebri. Si chiama “Morti e Stramuorti” e andrà in onda a partire dalla prossima primavera (salvo un’anticipazione di un’ora la vigilia di Natale) su Explora HD un canale della DeAgostini sulla piattaforma Sky al canale 415.

Il primo docu-reality su questa tematica piuttosto macabra, seguirà una famiglia che gestisce un’agenzia di pompe funebri da tre generazioni, la famiglia Dell’Anno che si trova a Napoli.

Abbiamo fatto casting in tutta Italia, ma al Sud c’è un approccio diverso alla morte, -racconta Massimo Bruno direttore dei canali tv De Agostini editore- quando abbiamo visto un bambino che giocava con un carro funebre anzichè con delle normali macchinine abbiamo capito che eravamo nel posto giusto“.

Secondo il direttore di Explora HD, l’ironia napoletana è quello che ci vuole per affrontare un tema come quello della morte, ma tiene a sottolineare che il reality “è sempre rispettoso di chi vive un lutto, non inquadriamo chi soffre ma raccontiamo la vita di chi mangia tra i feretri“.

I protagonisti di questo docu-reality sono i componenti della famiglia Dell’Anno che gestiscono una tra le pompe funebri più antiche di Napoli: Umberto con i tre figli: Francesco, Massimo e Mirco. Assieme a loro 5 fidati collaboratori, gli “schiattamuorti” :Federico (Ò Caposquadra), Lello (Ò bello), Antonio (Ò Jolly), Gabriele (Ò Sciupafemmine), Aziz (ÒMarocchino).

Ai funerali napoletani spesso partecipano vicini di casa e semplici conoscenti, così accade che durante le esequie ci siano anche scambi di numeri di telefono tra le donne che partecipano -conclude Bruno - e i becchini come ‘O Sciupafemmine“.

“Morti e stramuorti” andrà in onda il mercoledi sera nella fascia di palinsesto chiamata per l’occasione “Funeral”.