Viggo Mortensen, l’attore feticcio di David Cronemberg, grazie al quale ha ricevuto un oscar come migliore attore, 4 anni fa, per l’interpretazione di La promessa dell’assassino, ha dichiarato che camminare è l’attività grazie alla quale la sua percezione delle persone e del mondo in generale, avviene nella maniera più profonda ed autentica.

Mortensen originario della città di New York, conosciuto su scala internazionale per le sue molteplici attività di attore, scrittore, poeta, pittore, fotografo ed anche musicista, giunto alla mezza età (53 anni per l’esattezza) ha deciso che il fine della sua prossima camminata sarà quello di perdersi.

L’attore ha camminato sui sentieri impervi di una regione come la Nuova Zelanda, cha e livello naturalistico risulta essere una zona decisamente primordiale, fino agli spazi sconfinati di un Paese come l’Australia, ma i suoi piedi hanno voluto calpestare anche il suolo altrettanto esteso dello stato del Canada.

La condizione estrema del tour a piedi è stata scelta nel programma di viaggio futuro che per Viggo Mortensen è prima di tutto conoscenza interiore.

La notizia non può stupire il suo pubblico, informato dal produttore di uno tra i numerosi film che l’hanno visto protagonista, il quale ha testimoniato di aver accolto l’attore presso uno scalo aeroportuale internazionale e di averlo visto andargli incontro scalzo.