Mortdecai segna l’ennesimo cambio di look e di genere cinematografico per Johnny Depp. Uno degli attori più trasformisti e versatili degli ultimi anni si reinventa di nuovo, questa volta in vesti parecchio comiche e brillanti.

La carriera di Johnny Depp è in continua evoluzione e mutamento. Dopo l’esordio all’insegna dell’horror con Nightmare, dopo essere stato il paladino del cinema alternativo negli anni ’90 con film come Cry Baby e Dead Man, dopo aver vestito i panni dell’attore feticcio di Tim Burton da Edward mani di forbice fino a Dark Shadows, dopo essere diventato popolarissimo anche all’interno del cinema mainstream grazie al ruolo di Jack Sparrow nella saga dei Pirati dei Caraibi, ecco un nuovo cambio di rotta per l’attore 51enne.

Johnny Depp approda nei cinema italiani a partire da questo giovedì con il suo nuovo film Mortdecai diretto da David Koepp, regista con cui aveva già lavorato nel thriller Secret Window. Questa volta i due propongono atmosfere decisamente differenti rispetto alla pellicola tratta dal romanzo di Stephen King. Mortdecai è infatti una commedia brillante, con venature action e spionistiche.

In questo film ispirato a una serie di romanzi degli anni Settanta scritti da Kyril Bonfiglioli, Johnny Depp veste i panni di Charlie Mortdecai, un mercante d’arte alquanto eccentrico e stravagante, con cui l’attore si è potuto sbizzarrire e ha potuto liberare il suo lato più comico. Depp ha inoltre avuto la possibilità di confrontarsi con un cast di comprimari davvero di primo livello: con lui in Mortdecai ci sono Gwyneth Paltrow, Ewan McGregor, Paul Bettany, Olivia Munn e Jeff Goldblum.

Johnny Depp, che appena una manciata di giorni fa è convolato a nozze con la collega 28enne Amber Heard, ha dichiarato di essersi divertito molto sul set di Mortdecai e ha confermato la sua attitudine a cambiare pelle con ogni film: “Se non cercassi sempre di sorprendere il pubblico sarei morto, non avrebbe senso continuare.”

L’attore ha inoltre dichiarato di essere pronto a riprendere il ruolo di Mortdecai, nel caso si presentasse l’occasione: “Sarebbe bello un sequel o una serie tv su Mortdecai. Mi piace essere pagato per fare l’irriverente.” Considerati i risultati disastrosi ottenuti dalla pellicola al box-office americano, al momento appena $7 milioni a fronte di una spesa di produzione di $60 milioni, un sequel è però altamente improbabile. A dispetto del flop oltreoceano, Johnny Depp e il suo Mortdecai riusciranno a conquistare il pubblico italiano?