Si è spenta nella sua casa di New York all’età di 95 anni l’attrice Celeste Holm.

La causa della morte è stato un arresto cardiaco, dovuto alla precarie condizioni di salute dell’attrice che, nelle ultime due settimane, aveva subito alcuni ricoveri in ospedale.

A dare la triste notizia il marito Frank Basile, che ha assecondato il desiderio della moglie di trascorrere a casa vicino ai suoi famigliari gli ultimi giorni della sua vita.

Celeste Holm era nata a New York il 29 aprile del 1917. Il suo debutto cinematografico è stato nel 1946, con il film “Tre ragazze in blu”.

Il salto di qualità appena due anni dopo, quando Celeste Holm vinse il Premio Oscar come miglior attrice non protagonista per il film “Barriera Invisibile”. Il film, incentrato sul difficile tema dell’antisemitismo in America, era interpretato da Gregory Peck che si fingeva ebreo per realizzare un inchiesta sulle reazioni degli americani delle classi agiate di fronte alla sue identità religiosa.

Ma Celeste Holm ha interpretato anche numerosi altri film, lavorando sia nel cinema che nella televisione. Solo per citarne alcuni, non si può certo dimenticare la sua partecipazione in “Eva contro Eva” con Bette Davis e Anne Baxter, film che le valse una candidatura all’Oscar, e anche quella in “Love Boat”.