Lungo la via Lattea, Love and war nella versione inglese. E’ questo il titolo dell’ultima fatica di Emir Kusturica, il regista di Sarajevo (famoso per il suo film La vita è un miracolo) che questa volta ha scelto Monica Bellucci come protagonista della pellicola, presentata proprio oggi in conferenza stampa.

Monica è una donna vera, molto femminile, ma nel film ha un ruolo completamente diverso, quello di un agente segreto che arriva in un campo profughi e tenta di conquistare una nuova identità” spiega il regista. Il film prende spunto da un cortometraggio dello stesso Kusturica che si conferma nel ruolo di un prete cristiano ortodosso, mentre la Bellucci è un agente segreto di padre serbo e madre italiana con una taglia sulla testa.

L’amore e la guerra sono i protagonisti di questa storia: lei si innamora di un uomo che ogni giorno attraversa il fronte per portare il latte. “La guerra potrebbe essere una qualsiasi, la trama del film è incentrata soprattutto sulla natura umana. Anche se si parla di guerra, di violenza, è qualcosa di più profondo e spirituale” racconta sempre il regista. Sarà violento e poetico allo stesso tempo, proprio come la vita“.

Monica Bellucci si è detta orgogliosa e felicissima di lavorare con Kusturica e di essere ospite del Paese balcanico, che durante le lunghe riprese avrà modo di conoscere meglio:”E’ una grandissima emozione affrontare questa esperienza, so che sarà difficile e faticoso, come tutti i film, ma molto intenso, e imparerò molto del mio lavoro“.

Il film sarà presentato al prossimo Festival di Cannes: le riprese dovrebbero terminare a novembre.