È in uscita, per il prossimo 26 marzo, il film “Molto forte Incredibilmente vicino”, con la regia di Stephen Daldry, tratto dall’omonimo libro del giovane scrittore americano Jonathan Safran Foer.Una storia che si insinua nel limbo tra realtà e fantasia. La vicenda prende spunto dal terribile attacco alle Torri Gemelle di New York, e costruisce su questo sfondo la storia di un bambino che tenta di tornare ad una esistenza normale dopo aver perso il padre nella tragedia che ha sconvolto il mondo.

Il protagonista Oskar Schell (interpretato da Thomas Horn) è un bambino di 9 anni molto intelligente, a volte quasi saccente, che trova, tra gli oggetti lasciati dal padre scomparso, interpretato sullo schermo da Tom Hanks, una chiave e una lettera.

Fa da contorno alla sua vita sconvolta la presenza-assenza della madre (Sandra Bullock), anche lei alla disperata ricerca di una nuova normalità.

Dal momento del ritrovamento la vita del bambino avrà un solo ed unico obiettivo, quello di trovare la serratura che quella chiave potrà aprire. Un viaggio alla scoperta di una New York sconvolta e impaurita, che però non lesina, al giovane protagonista, ospitalità, affetto e emozioni.

Se la pellicola saprà trasmettere anche soltanto la metà della sensazioni che ci ha saputo regalare Foer con le sue righe, sarà sicuramente un successo.