MITO Settembre Musica nasce nel 1978 come Festival Torino Settembre Musica, un’entusiasmante iniziativa dell’Assessore Giorgio Balmas avente come scopo la promozione della musica colta presso il grande pubblico, anche con l’utilizzo di ambienti meno accademici e più inusuali.

Nel 2007 è avvenuto il gemellaggio culturale con Milano, e la manifestazione ha assunto il nome con cui la conosciamo oggi.

Caratteristica inalterata della kermesse musicale è l’attento equilibrio con cui viene costruito il cartellone: l’offerta infatti si concentra principalmente sulla musica “alta” in tutte le sue accezioni – antica, classica, contemporanea,sinfonica, da camera, sperimentale – ma è dato largo spazio anche alle eccellenze degli ambiti “popolari” come jazz, rock, pop, cantautorato, elettronica, nonché con progetti artistici realizzati esclusivamente per il Festival.

Quest’anno dal 4 al 21 settembre tra Milano e Torino si esibiranno grandi orchestre (la Budapest Festival Orchestra o l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo) decani della musica jazz (con Paolo Fresu, Bill Laswell, Jason Marsalis e Avishai Cohen), maestri del rock e geni dell’elettronica (i 2CELLOS, Blonde Redhead, Tim Hecker), e saranno omaggiati i grandi compositori della classica (Brahms, Bach, Janáček, Strauss).

Alcuni numeri per comprendere l’entità della manifestazione: 2.200 musicisti provenienti da 27 Paesi differenti; 182 appuntamenti, di cui 156 concerti, in 94 spazi canonici e inconsueti: sale da concerto, chiese, piazze, cortili, musei, palazzi, carceri, stabilimenti industriali.

I biglietti per i concerti di entrambe le città sono già in vendita, così come sono giù acquistabili anche i Pass MITO, che permettono di scegliere pacchetti vantaggiosi a seconda del numero di esibizioni cui si è interessati. Da segnalare anche le riduzioni per gli over 65 e gli under 26, nonché il vero e proprio regalo per i più giovani e per le famiglie: tutti i nati dal 2000 entrano a tutti i concerti con 5 euro.

A Milano è stato poi potenziato il servizio di biglietteria online, che prevede la possibilità di ricevere il biglietto direttamente sullo smartphone. Per i concerti milanesi, infine, l’acquisto online conviene, dato che vengono applicati sconti che vanno dal 7 al 20% in meno.