Torniamo a parlare di Mister Chocolat, il film francese di cui è protagonista Omar Sy e che mette in scena la via di Rafael Padilla, storico artista dell’inizio del Novecento.

Originario di Cuba, Rafael riuscì a emanciparsi dalla sua condizione di schiavo e dopo una lunga peregrinazione giunse in Francia, dove ottene rapidamente fama grazie alle sue doti circensi.

Le performance da clown divennero leggendarie e la sua maschera di Chocolat una delle più richieste nell’ambito, tanto da consacrarlo come primo artista nero del Paese. Ad assisterlo nella sua scalata verso la fama anche la collaborazione con il collega bianco Footit, insieme al quale avrebbe costituito un insostituibile duo.

Mister Chocolat, in uscita il 7 aprile nelle sale italiane, racconta però anche la sua rovinosa caduta, causata dal vizio del gioco d’azzardo, da numerose e ingenti perdite economiche, nonché dalle discriminazioni razziali che nonostante il successo l’artista dovette affrontare, e che portarono anche alla fine dell’amicizia e del sodalizio con Footit.

Nella nuova clip pubblicata in queste ore assistiamo a una conversazione tra Rafael e l’amico Victor: l’occasione conviviale diventa presto un’aspra discussione sul presunto servilismo dell’artista, che viene accusato di compiacere i padroni bianchi. Più tardi, riappacificatisi, i due discutono dell’opera teatrale di Shakespeare che Chocolat potrebbe portare sul palco: questi suggerisce Romeo e Giulietta, ma Vincent ritiene che l’Otello sia maggiormente appropriato.

È disponibile poi anche un backstage della pellicola firmata da Roschdy Zem, nel quale non solo ascoltiamo le opinioni del cineasta e dei due attori principali sull’importanza della storia che hanno scelto di portare su grande schermo, ma anche le varie fasi di preparazione per mettere in scena l’ambiente circense e teatrale.