Ancora due nuove clip per Mister Chocolat, film in uscita il 7 aprile e di cui è protagonista Omar Sy, attore che è raggiunto la celebrità in seguito allo straordinario successo di Quasi amici.

La pellicola racconta vita di Rafael Padilla, storico artista dell’inizio del Novecento originario di Cuba. Riuscitosi a emancipare dalla sua condizione di schiavo, dopo una lunga peregrinazione giunse in Francia, dove ottene rapidamente fama grazie alle sue doti di attore circense.

Le sue divertenti perfomance divennero leggendarie tanto da consacrarlo quale primo artista nero ufficialmente riconosciuto in Francia. Al suo fianco colui che ne garantì l’entrata nel mondo dell’arte, il collega bianco Footit, con il quale costituì un insostituibile duo.

Ma Mister Chocolat non è solo una celebrazione del personaggio, di cui a tutti gli effetti racconta la personalità travagliata, complessa e contraddittoria: nel film si assiste anche alla sua rovinosa caduta, causata da molteplici fattori tra cui il suo vizio del gioco d’azzardo, le ingenti perdite economiche e le discriminazioni razziali che nonostante il successo l’artista dovette affrontare, fino alla chiusura del rapporto d’amicizia e artistico con Footit.

Nella prima clip assistiamo a un’offerta di lavoro che viene proposta a Chocolat: si tratta di una pubblicità in cui l’artista viene sminuito e deriso, in parte anche come conseguenza della maschera comica che egli volle indossare. A contrariare però Chocolat è la caricatura che viene fatta della sua figura, che riprende gli stereotipi iconografici dell’epoca.

Nella seconda clip il protagonista Chocolat annuncia al suo impresario di voler smettere con il numero clownesco che considera degradante per la sua persona, annunciando di voler fare del teatro. La contrarierà del suo interlocutore è però evidente, anche perché a suo dire il pubblico non è pronto per vederlo in un’altra veste.