Rachele Risaliti vince Miss Italia 2016 è stata premiata nella finale da Jesolo condotta su La7 da Francesco Facchinetti con Bova, Venier, Salemme, Dell’Olio e Paltrinieri. Secondo posto per la miss Curvy Paola Torrente da Salerno.

Rachele Risaliti, che gareggiava a con la fascia Miss Toscana, ha 21 anni e viene da Firenze, è alta 1,77, capelli biondo cenere e occhi verdi. Diplomata al liceo scientifico, studia Fashion Marketing Management all’università. Vorrebbe laurearsi entro due anni e svolgere un master all’estero per diventare una Trend Forecaster. Ha praticato ginnastica ritmica a livello agonistico per 11 anni. “Lo sport è stato per me sinonimo di disciplina, senso del dovere, rispetto e sacrificio, insegnamenti che hanno contribuito fortemente a formare il mio carattere e a superare tanti momenti di difficoltà”. Erano 20 anni che la Toscana non vinceva Miss Italia, l’ultima era stata Danny Mendez proprio nel 1996.

La fascia di Miss Cinema è stata vinta dalla campana Adele Sammartino mentre la fascia “voce di RDS” è stata vinta dalla ligure Alessia Lamberti  che sarà formata alla professione di speaker da Anna Pettinelli per poi partecipare come inviata speciale ai Grammy Awards di Los Angeles.

La serata di Miss Italia, come da tradizione, è stata anche quest’anno una messa cantata. Il programma non è ancora riuscito a diventare veloce e ritmato come i principali programmi della televisione italiana. Francesco Facchinetti si è dimostrato un buon conduttore cercando di mantenere, per quanto possibile, alto il ritmo della serata.

La giuria artistica composta da Raoul Bova, Mara Venier, Vincenzo Salemme, Anselma Dell’Olio e Gregorio Paltrinieri è stata utilizzata parzialmente e forse qualche intervento in più di Mara Venier avrebbe reso tutto più leggero. Divertente l’inizio dove le ragazze dovevano autopresentarsi in 140 caratteri anche se hanno utilizzato i principali aforismi su donna e amori che si trovano in rete, l’idea dello speed date con Gregorio Paltrinieri, Vincenzo Salemme e Raoul Bova sulla carta poteva essere vincente ma è mancata completamente la componente speed.

Non è mancata la sfilata con gli abiti da sposa e il vestito indossato dalla vincitrice verrà regalato alla prima sposa di Amatrice. Sul finale della serata arrivato anche l’immancabile momento della re-interpretazione di scene cult del cinema. Di contorno sul palco, anche se il loro voto valeva il 30%, la presenza della giuria tecnica.

Significativo, come segnale soprattutto nell’educazione alla bellezza, che la Miss Curvy Paola Torrente si sia classificata al secondo posto.

Dal punto di vista dei social Miss Italia è stato un successo tanto che è finita prima nel Top Trend Mondiale mentre il risultato degli ascolti lo sapremo solo tra qualche tempo.