Drammatico incidente sul set dell’ultimo atteso capitolo della saga cinematografica di Resident Evil: Final Chapter. La controfigura della protagonista Milla Jovovich, Olivia Jackson, si è schiantata con una moto lanciata ad alta velocità contro il braccio meccanico di una telecamera posta sopra una gru ed è finita in coma.

Attraverso un messaggio postato su Facebook, l’attrice e modella Milla Jovovich si è dichiarata molto affranta per quanto accaduto e ha invitato tutti i suoi fan a pregare per la sua controfigura, vittima del terribile incidente. Olivia Jackson è finita in coma in seguito alle numerose lesioni interne e fratture causate dall’impatto della moto contro il braccio meccanico della macchina da presa.

Sulla sua pagina Facebook, Milla Jovovich racconta che ha non assistito in prima persona al drammatico episodio: «Non ho visto il momento dell’incidente, ma mi hanno detto che è stato orribile. Nessuno di noi nelle nostre carriere aveva mai vissuto una situazione simile in un film d’azione e spero che non accada di nuovo. È un miracolo che sia sopravvissuta”.

Milla Jovovich, che nella saga di Resident Evil tratta dalla celebre serie di videogame interpreta la parte di Alice, invita poi i suoi fan a pregare per la stuntwoman Olivia Jackson: “Io non la conosco molto bene perché avevamo iniziato da poco le riprese, ma le poche volte che abbiamo provato insieme sono rimasta colpita dalla grazia con cui si muoveva. Vi sarei davvero grata se vi prendeste un attimo delle vostre giornate impegnate per pregare per Olivia”.

Il marito di Olivia Jackson, David Grant, ha voluto ringraziare per tutto il supporto ricevuto nelle ultime ore, augurandosi che la moglie, le cui condizioni al momento restano critiche ma stabili, possa presto risvegliarsi dal coma. L’uomo, anch’egli stuntman professionista, ha dichiarato: “Siamo stati inondati di messaggi di sostegno e siamo tutti veramente commossi. Lei sta lottando duramente, e il team che si sta occupando di Olivia è adorabile e sta facendo un gran lavoro”.