Il colosso statunitense Time Warner, all’indomani della conclusione delle trattative per il riassetto finanziario di Endemol, ha messo sul piatto un miliardo in contanti.

La società americana, infatti, si era fatta largo tra gli azionisti, solo un mese fa, con la stessa proposta economica, ma solo ad un giorno dai termini stabiliti dalle banche per la conclusione degli accordi economici, ha modificato il suo progetto di acquisizione della società in forte debito, monetizzandolo in cash.

La Endemol, società madrina del GF italiano, il primo reality apparso sul piccolo schermo nostrano, è infatti in forte debito dal 2007, quando, cioè, la cordata di azionisti e delle società che finora ne hanno detenuto i titoli, ha speso oltre due miliardi per le varie acquisizioni.

All’indomani dall’accordo definitivo che questi avrebbero dovuto stringere con le banche, che a loro volta ne avevano stabilito i termini, la Time Warner ha avanzato una proposta ritenuta vincente, sulla quale, però, peseranno le scelte del biscione che, oltre ad esserne uno degli azionisti principali, ne è anche cliente e creditore.

La Endemol nel frattempo ha tenuto una posizione favorevole alla sua acquisizione da parte del colosso americano.

Gli altri azionisti, tra cui anche Mediaset, avevano proposto la conversione del debito rilevato sui conti della Endemol in ulteriori azioni, delle quali la società produttrice del Grande Fratello diventerebbe l’unica a possederne i titoli, escludendo gli altri soci dalla partita.