Miley Cyrus colpisce ancora e, per l’ennesima volta, la colonna sonora delle sue vicende resta sempre “We can’t stop“, il primo singolo dell’album Bangerz, pubblicato lo scorso 3 giugno. Aveva già fatto parlare molto di sé la sera degli MTV Music Awards 2013 dove, come ricorderete tutti, proprio mentre proponeva la sua ultima hit, ha duettato e dato spettacolo, esibendosi in un siparietto hot, con Robin Thicke, (s)vestita solo con della lingerie color carne.

Questa volta la cantante americana stupisce gli utenti di tutto il mondo pubblicando in rete una parodia proprio di “We can’t stop”, volta ad attaccare ironicamente il governo americano, nello specifico la deputata Michele Bachmann e il Presidente della Camera John Boehner. La Cyrus canta: “It’s our party, we can stop what we want, we can vote how we want, defund what we want. Red states and sweaty bodies everywhere, bill’s in the house like we don’t care, ’cause we came to shut it all down now, no government around now. If you’re not ready for health care, can I get a “hell no!” ‘Cause we’re gonna keep it out shut down, D.C. is a closed town all around.” 

Ecco la video-parodia:

Photo by InfoPhoto