Se c’è un regista cinematografico che sembra del tutto avulso dalla contemporaneità, anche quando vi ambienta le proprie storie, quello è Woody Allen; ha lasciato dunque tutti sorpresi l’annuncio dell’ingresso di Miley Cyrus come co-protagonista delle serie tv del cineasta attualmente in produzione.

Per chi non ricordasse di cosa stiamo parlando vale la pena proporre un veloce riepilogo. Amazon Studios ha commissionato all’autore di Manhattan una serie tv, la prima della sua carriera, che avrà un totale di sei episodi per la durata di mezz’ora ciascuno.

Il progetto è al momento ancora senza titolo, e lo stesso Allen, fedele al proprio pessimismo, ha già affermato di non aver idea di cosa fare, per quanto stia già procedendo alla stesura della sceneggiatura.

Il cineasta ha dichiarato infatti tra il serio e il faceto di essersi già pentito di aver accettato la proposta di Amazon: “Avevo la sicurezza di girare il tutto come se fosse un film, una pellicola in sei parti. Ebbene, non si può fare. Per me è stato molto, molto difficile e ho dovuto faticare molto. Spero solo che quando sarà realizzato – il termine ultimo è la fine del 2016 – non saranno troppo delusi, perché sono brave persone e non vorrei procurare loro un dispiacere.”

Allen ha poi ricordato che non ha messo in stand-by il suo film annuale, per cui il suo calendario è ancora più fitto del previsto. Della sua ultima pellicola si sa ancora poco, se non che dovrebbe essere ambientata durante gli anni ’30 e i protagonisti saranno Jesse Eisenberg, Kristen Stewart, Steve Carell e Blake Lively.

Ma continuiamo a parlare della serie tv, invece: per Miley Cyrus si tratta di una sorta di ritorno alla serialità e alla recitazione, dopo essere stata lanciata proprio dal telefilm Hannah Montana della Disney. La buona notizia per tutti gli appassionati che non dovessero fidarsi delle sue capacità di attrice è che lo stesso Allen tornerà a recitare davanti alla macchina da presa, rompendo una lunga assenza che sembrava essere definitiva.

Tra i protagonisti degli episodi, probabilmente ambientati negli anni ’60, ci sarà anche l’attrice-sceneggiatrice-regista Elaine May, che aveva già lavorato con Woody Allen in Criminali da strapazzo e che ha al suo attivo quattro film diretti e un documentario in uscita su Mike Nichols.