Come vi avevo annunciato, Miley Cyrus è stata protagonista degli MTV Unplugged.

Potete immaginarvi lo show anche senza vederlo: una twerkatrice incallita con la lingua di fuori che, mezza nuda, si tocca senza freni e si dimena tra nani travestiti e finti cavalli.

Praticamente ciò che potrebbe essere definita una svitata, è diventata l’idolo dei teen-agers di tutto il mondo!

Non sono certo qui a fare la morale, in certi casi basta cambiare canale o semplicemente stazione radiofonica, ma mi sorprendo di come il web da un lato si indigni per un banale playback dei Red Hot Chili Peppers al Super Bowl 2014, e dall’altro non faccia altro che osannare una che di artistico ha ben poco (o comunque ben poco sembra interessarle) e cui brani potrebbero anche essere cantati da un’altra che nessuno se ne accorgerebbe.

Tra i vari pezzi portati sul palco, ovviamente messi in secondo piano dallo show organizzato (di un livello nettamente inferiore rispetto a quanto ci si aspetti degli MTV Unplugged), quello rimasto più impresso è il mash up “Don’t tell me/ We can’t stoprealizzato con la partecipazione di una Madonna non troppo sciolta nei movimenti che, di fronte all’iper eccitata Miley, sembrava quasi un’imbarazzata signora sculacciata da una giovane fan.

Quanto alla qualità in generale delle esibizioni, lascio a voi il giudizio…

Gli altri video completi, potete trovarli sul sito di MTV.