Miley Cyrus si dichiara una grande femminista. Nonostante le continue critiche che continuano a bersagliarla (ultime in ordine d’arrivo, l’ennesima di Sinead O’Connor e quella di Jennifer Lawrence, la celebre protagonista al cinema della serie “Hunger games”) Miley non intende affatto abbandonare i suoi atteggiamenti trasgressivi. Anzi, ha appena affermato di essere la più grande femminista del mondo.

L’originale dichiarazione è stata pronunciata dalla giovane Cyrus nel corso della sua intervista al programma Newsbeat di BBC Radio 1. “Sento di essere una delle più grandi femministe del mondo, perché dico alle donne di non aver paura di niente” ha affermato spavalda Miley. Sono oltre il femminismo, sono a favore di chiunque e di qualunque cosa. Non m’importa cosa vuoi fare nella tua vita, con chi vuoi stare, chi vuoi amare, chi vuoi sembrare”. E ha continuato, offrendo anche una spiegazione… esistenziale: Abbiamo 90 anni, anzi, spero che tutti si possa vivere 105 anni, quindi abbiamo 105 anni da vivere su questa terra, e dovremmo essere felici ogni singolo giorno di tutto questo periodo. Non c’è ragione per non esserlo. Così fin quando respiri, dovresti trovare il meglio in ogni cosa.

A spiegare meglio l’apporto della Cyrus alla causa femminista è stata la sociologa Catherine Hakim, intervistata durante lo show “Today” della BBC Radio 4: “Non c’è nessuna  contraddizione tra l’essere una femminista e spogliarsi, o sentirsi a proprio agio mostrando la propria sensualità ha asserito la studiosa, che ha continuato affermando che Miley “se ne serve per i suoi scopi, conquista più fan, fa un sacco di soldi e fa quel che vuole fare”.  Miley aveva già parlato, comunque, del suo femminismo nell’intervista concessa all’edizione britannica del mensile Cosmopolitan, che le ha dedicato la copertina di dicembre: “Sono una casinista, sono buffa e non sono la tipica bellona“. Ecco spiegato il femminismo secondo la Cyrus…