Se bene sia super impegnata per il suo Bangerz Tour e devastata per la recente perdita del suo cagnolino, Miley Cyrus fa nuovamente parlare di se tornando per la terza volta sulla cover del numero di maggio del magazine statunitense ELLE.

Nel nuovo numero la popstar più chiacchierata e criticata del momento posa per un servizio fotografico di Michael Thompson in cui appare in qualche modo diversa, forse perché più vestita del solito, indossando abiti firmati Marc Jacobs; ma nello stesso issue ha rilasciato anche un’intervista in cui parla del suo passato, con la Disney e Liam Hemsworth, ma anche del suo pensiero sul femminismo.

Parlando del suo passato con Disney la popstar ha dichiarato: “Sono davvero grata di aver iniziato con Disney. Ho avuto la formazione più intensa. Ci sono momenti in cui vorrei avere iniziato come una nuova artista, ma il mondo in un qualche modo mi ha permesso di farlo. Mi sento davvero fortunata, un sacco di giovani stelle impazziscono o restano bloccate nella loro immagne, quindi non possono realmente diventare quello che sono destinati ad essere.”

Ma prosegue “Quando ho vissuto una rottura davvero intensa – sai, ero fidanzata – e quando ero con lui o quando ero in Disney, la cosa che mi dava più ansia era non sapere che cosa fare con me stessa quando la Disney non era più lì a supportarmi o se non avessi avuto lui al mio fianco. Ed ora io sono libera da entrambe le cose, e sto bene. Ad esempio, mi stendo sul letto di notte, da sola, e sono totalmente a posto con me stessa, e sono molto più forte della persona che ero tre anni fa, che pensava sarebbe morta se non avesse avuto un fidanzato.”

Alla domanda sul suo rapporto con i fan risponde “Ho ragazzi e ragazze che mi  dicono “L’unica ragione per cui sono in grado di ammettere la mia omosessualità è perché mi hai fatto sentire che va bene”. Questo è così intenso, perché è una parte di questa generazione – non è stato sempre accettato – e mi sento come se fossi una grande parte di questo cambiamento. Oppure sanno che ho lottato con la depressione, e questo li ha aiutati a superare le loro. Questo mi dà grande motivazione, uno scopo per svegliarsi al mattino che sia di più importante che mettere su le mie stupide piume e i miei abiti striminziti.”

Sul fatto che si considerasse una femminista ha dichiarato: “io sono per l’uguaglianza, punto. Non è che: sono una donna, le donne dovrebbero avere il potere.Voglio che ci sia uguaglianza per tutti” continuando “Non penso ci siamo ancora arrivati al 100%. Nel senso, i rapper si toccano il pacco tutto il giorno e hanno delle prostitute che gli girano attorno, ma nessuno ne parla. Ma se io prendo il mio pacco e ho delle bellissime modelle attorno a me, sto degradando le donne? Sono una donna, dovrei avere delle donne attorno ame! Ma sono parte di quella evoluzione, spero.”

Il resto dell’intervista sarà disponibile nell’esclusivonumero di maggio, dsponibile in tutto il mondo dal 22 aprile.

Per i curiosi, solamente l’outfit indossato nella copertina, un completo tunica e pantalone decorato con microperline cucite a mano della collezione autunno/invero 2014 di Marc Jacobs, ha un valore che supera i 13mila dollari! Ecco alcune foto in anteprima: