E’ caos a Milano tra Corso Buenos Aires e via Palazzi e la colpa è di Belen Rodriguez.

La popolarissima showgirl argentina appare, infatti, in un enorme cartellone pubblicitario dove posa per una nota marca di intimo. Le sue curve farebbero si girare la testa, ma anche distrarre gli automobilisti e per questo sarebbero ritenute pericolose.

Damiano Zampinetti comandante dei Vigili Urbani Zona 3 di Milano -sentito da Repubblica- riporta le motivazioni per le quali è stato deciso di rimuovere quei cartelloni pubblicitari: “Abbiamo verificato che molti automobilisti, arrivati all’incrocio fra corso Buenos Aires e via Palazzi, a Milano, anziché concentrarsi sulla guida rivolgono lo sguardo al doppio cartellone. Abbiamo chiesto alla società che ha allestito lo spazio pubblicitario di sostituire l’immagine con un’altra, meno attraente per i conducenti. Guidando, anche la più piccola distrazione può essere pericolosa e quel poster è posizionato in uno dei punti più trafficati della città.”.

Vittoria, dunque, per i residenti della zona che in una lettera avevano espresso il loro disappunto al maxi cartellone di Belen in intimo, dove si leggeva: “L’immagine di una ragazza molto provocante, che compie il gesto di volersi calare le mutandine, cattura l’attenzione dei guidatori, con conseguente grave pericolo di tamponamenti, scontri con motociclisti e investimento di pedoni”.

Puntuale è arrivata la risposta di Belen tramite il suo profilo Facebook dove ha pubblicato un video di pochi secondi con l’estratto della notizia che potrebbe essere riassunto in un hashtag che la stessa Rodriguez scrive in calce al post: #occupiamocidicoseserie.

//