Sono parole forti quelle di Michelle Hunziker che, a “Verissimo”, racconta senza peli sulla lingua la sua separazione da Eros. Un momento delicato, tutta colpa di una setta in “cui era caduta” che la “metteva in punizione e le filtrava le telefonate”. Un incubo da cui è stato difficilissimo uscire fuori, come ha spiegato la conduttrice al salotto pomeridiano di Canale 5 condotto da Silvia Toffanin. “Sono entrata in questa setta senza neppure accorgermene. Per controllarmi mi hanno allontanato dai miei affetti e fatto leva sulle mie debolezze. Mi filtravano le telefonate, non potevo parlare neppure con mia madre che non ho visto per quattro anni” ha dichiarato.

Poi la confessione choc sul marito Eros Ramazzotti: “Mi dicevano che era negativo per me ma io lo amavo moltissimo. Quando Eros mi ha messo davanti alla scelta ‘o me o loro’, io ho scelto loro“. “Mi mettevano in castigo, mi lasciavano da sola. Minavano la mia autostima dicendomi che non avevo talento e che avevo successo solamente perché avevo intrapreso questo percorso spirituale” ha aggiunto.

Ha persino lasciato la sua agenzia e “aperto una nuova società”: “Ovviamente pagavo e davo da mangiare a tutti loro. Ad un certo punto mi hanno persino convinta a cedere tutte le mie quote a loro”. Quando Michelle capisce che qualcosa non andava e che la situazione non era più sostenibile, cominciano le minacce: “Mi disse che, se me ne fossi andata, sarei morta“.