Il video della canzone Thriller di Michael Jackson sarà presto disponibile in una versione 3D. Sarà lo stesso John Landis, regista della versione originale del 1982, a far rivivere il video musicale in questa nuova versione, a trentadue anni di distanza, avendo ottenuto il consenso dai familiari della pop star, venuta a mancare ormai più di cinque anni fa. Il regista e gli eredi di Michael stavano portando avanti da diverso tempo una causa sui diritti del video, in quanto Landis sosteneva che gli spettassero metà dei profitti derivanti dallo sfruttamento economico dello stesso.

Thriller è un video storico sotto diversi punti di vista: prima di tutto perché fa parte dell’omonimo album che è tutt’ora il più venduto nella storia della musica (110 milioni di copie) e poi perché è stato il primo clip musicale ad avere una trama e una coreografia. I quattordici minuti di cui si compone sono un vero e proprio cortometraggio. E non è un caso che sia stato girato da un regista cinematografico di grande successo come John Landis, che aveva al suo attivo già pellicole storiche come Animal House, The Blues Brothers ma soprattutto Un lupo mannaro americano a Londra, che spinse poi Jackson a contattare il regista per affidargli la direzione di Thriller.

Cos’altro rende questo video storico? Restando nell’ambito cinematografico, certamente la risata che si può sentire nel finale e che appartiene niente meno che a Vincent Price, una delle più grandi leggende viventi dei film horror. Infine, altro particolare, Thriller è tutt’ora il video più costoso della storia della musica.

(photo credit: Thriller video)