Questa volta Marty McFly ritorna… al presente. Michael J. Fox, celebre protagonista della trilogia Ritorno al futuro, sarà il protagonista di un telefilm che andrà in onda sulla rete americana Nbc dall’autunno del 2013, ispirato alla sua vita e alla sua malattia.

Come molti sapranno, nel 1991 l’attore fu colpito da una grave forma di Morbo di Parkinson giovanile. MJF aveva trent’anni. Accadde tutto mentre girava il film Doc Hollywood. Si accorse che le dita delle sue mani tremavano senza che lui riuscisse ad esercitarne il controllo. Rese pubblica la malattia sette anni più tardi e dal 2000 fu costretto a ritirarsi (quasi) completamente dalle scene.

Ora, Fox, 51 anni, torna in tv con una serie che lo inorgoglisce, in virtù della squadra e dello spettacolo messo a disposizione dalla Nbc. Lo sceneggiato racconterà le vicende quotidiane di un padre di tre figli, sposato, che vive a New York e che lotta ogni giorno contro il Morbo di Parkinson.

La causa che ha cambiato la sua vita è diventata la realtà che esplora quotidianamente. Prova ne è che dal 2000 Fox combatte in prima linea per la ricerca sulle cellule staminali. Un impegno che lo ha indotto, nel marzo del 2010, a costituire la Fondazione Michael J. Fox.