Dopo Politics con Gianluca Semprini al su debutto su Rai Tre in seconda serata, questa sera 6 settembre, torna una nuova edizione di Mi Manda Rai Tre: lo storico programma di denuncia è affidato a Salvo Sottile.

La terza rete di stato rinnova completamente un marchio famoso come quello di Mi Manda RaiTre con una fascia serale alle ore 22.45 e lo affida a Salvo Sottile che ritorna alla conduzione di un programma prettamente giornalistico-informativo.

Ogni martedì sera ci sarà la staffetta tra Gianluca Semprini con Politics e Salvo Sottile per Mi manda RaiTre che, come sempre, avrà il compito di raccontare l’Italia dei furbetti, delle truffe, dei disagi, ma anche delle insidie che quotidianamente minano la nostra tranquillità. Dal carrello della spesa allo smart-phone, dalla finanza alle vacanze, le situazioni dove più si annidano i rischi verranno analizzate per individuare le migliori difese.

A fianco di Sottile quattro esperti lo supporteranno in campo legale, scientifico, digitale e medico. In uno studio completamente rinnovato, sarà ospitato anche un laboratorio avveniristico, dotato di attrezzature sofisticate che permetteranno al fisico nucleare del CNR Valerio Rossi Albertini e a Debora Rasio, oncologa, nutrizionista e docente all’ Università la Sapienza di Roma, di svolgere analisi su materiali, alimenti e tessuti per verificarne qualità e possibili rischi per la salute.

“In difesa degli indifesi” è lo slogan di questa edizione, che punta a dare risposte alle vittime di ingiustizie che non riescono a trovare ascolto, seguendo la vocazione di servizio pubblico da sempre nel dna di Mi Manda RaiTre.

Tra gli argomenti della prima puntata, i viaggi truffa e le tasse pagate e mai arrivate al fisco. Sarà tutto dedicato alle analisi sugli alimenti il nuovo laboratorio allestito nello studio ipertecnologico del programma. Anche Mi Manda Rai Tre si è rinnovato e i cittadini potranno intervenire durante il programma attraverso le pagine social del programma, chiamando il numero verde o inviando un messaggio anche tramite Whatsapp. Ci sarà uno spazio di Citizen Journalism e le storie dei cittadini verranno raccontate e seguite dalla redazione del programma.