Una parrucca, una cravatta rossa, un’imbottitura prominente all’altezza della pancia e della finta abbronzatura da lampada sul viso: tanto è bastato a Meryl Streep per impersonare Donald Trump durante la serata mondana dello Shakespeare in hte Park Public Theater Gala a New York.

A quanto pare la performance della tre volte premio Oscar ha sorpreso persino gli stessi organizzatori, con il direttore artistico dell’evento che ha attribuito tutto il merito alla stessa Streep.

Oskar Eustis, questo il suo nome, ha affermato che “è stata tutta una sua idea, dall’inizio alla fine. Nessuno di noi l’aveva vista in costume o truccata prima che salisse sul palco”.

L’attrice Kate Burton ha racconto che la Streep è stata vista provare i tic di Donald Trump nei camerini, prima dell’inizio dello show: “A quanto pare fa questa cosa, per la quale cerca di chiudere la giacca ma non riesce ad arrivare in fondo, e così prova e riprova per un paio di volte”.

L'esilarante interpretazione di Meryl Streep ha divertito tutti i presenti e velocemente è rimbalzata sui social media. Durante la serata l'attrice ha affiancato Christine Baranski, conosciuta sul set di Mamma Mia, che invece vestiva i panni di Hillary Clinton: insieme le due hanno portato in scena il numero finale del galà di beneficenza, basato su una canzone del musical Kiss Me, Kate, ovviamente adattandola ai due personaggi politici.

A quanto sembra però la Streep non ritornerà nei panni di Trump, avendo già dichiarato essersi trattato di una trovata estemporanea, la prima e l'ultima.

La sua prova recitative, in ogni caso, ha portato fortuna alla Clinton, supportata apertamente dall'attrice, che è da poco divenuta la candidata (quasi) ufficiale dei Democratici per le presidenziali.