Terminato il suo incarico politico di Governatore della California, Arnold Schwarzenegger ha fatto ritorno nel suo habitat naturale, il set cinematografico. A segnare il riavvio della sua carriera d’attore è stato proprio il primo film I mercenari, uscito nelle sale due anni fa per la regia dell’amico e compagno d’affari Sylvester Stallone. I due, oltre ad essere idoli del cinema hollywoodiano, fanno parte della cordata proprietaria di Planet Hollywood.

C’è di più: Sylvester Stallone e Arnold Schwarzenegger dopo l’esperienza de “I Mercenari 2” sono già a lavoro per dividere il set in un altro action movie le cui riprese sono entrate nella fase conclusiva: The Tomb, diretto da Mikael Håfström, regista diventato famoso per aver diretto l’horror “Il Rito” con Anthony Hopkins.

Tornando a I mercenari, Arnold Schwarzenegger ha partecipato prima in forma di cammeo, ed ora in maniera più sostanziale. La forma fisica non è più quella dei tempi in cui mostrava orgoglioso il suo fisico dal culturista. Oggi l’ex Governatore oscilla tra commedie e film d’azione, mettendo in mostra in particolar modo le sue doti attoriali.

Doti che gli hanno permesso di diventare uno degli attori più pagati di Hollywood. Nel 2003 per Terminator 3 – Le macchine ribelli, con 30 milioni di dollari ha registrato il più alto compenso mai pagato a un attore per un film.