È una Melanie Griffith finalmente a suo agio con se stessa quella che si confida in un’intervista rilasciata al magazine Porter.

L’attrice ha parlato del suo divorzio da Antonio Banderas, con cui è stata sposata per 18 anni, finalizzato al termine del 2015: “Penso che parte delle ragioni del crollo del mio matrimonio con Antonio risiedesse nel fatto che ero incastrata. Non c’è nessuno da incolpare. Voglio godermi la vita, e fare ciò che mi va di fare”.

Negli ultimi anni la Griffith aveva fatto molto discutere con una serie di interventi chirurgici che le avevano deturpato il viso in maniera palese. Stranamente l’attrice rivela di non essersi accorta da sola dell’errore: “Non ho capito di essere andata troppo oltre fino a che le persone non hanno iniziato a dirmi ‘cosa hai fatto?!‘”

La madre di Dakota Johnson ha attributo la responsabilità di quanto avvenuto a un chirurgo plastico che non avrebbe compiuto in maniera adeguata il proprio dovere: “Ero così colpita che sono andata da un altro dottore che ha iniziato a togliermi dalla faccia tutto ciò che aveva messo l’altro. Spero di sembrare più normale ora”.

L’attrice ha confidato anche di sentirsi in parte in colpa per i due ricoveri in rehab per la dipendenza da droghe e antidolorifici, che hanno in qualche modo compromesso il suo ruolo di madre nei confronti di Dakota, Alexander Bauer e Stella Banderas. Ma senza esagerare: “Era una madre del tutto funzionante. Non mai fatto cose che avrei dovuto fare, ma per la maggior parte del tempo ci sono stata per i miei bambini. Hanno avuto una vita privilegiati da nomadi”.