Le trattative per cautelare il futuro della società Endemol, in passivo di due miliardi, hanno trovato un accordo tra i creditori, che esclude il controllo del Biscione sulla compagnia che produce il Gf.A trattative concluse, quando cioè l’esposizione muterà in azioni, la guida della Endemol passerà ai finanziatori, per cui gli Goldman Sachs, Mediaset e Cyrte, ad oggi soci di maggioranza, diverranno eventualmente soci di minoranza.

Mediaset, infatti, prima del termine dell’accordo potrebbe decidere di partecipare con una piccola quota.

Il presidente della società che finanzia il celebre reality, giunto quest’anno alla sua dodicesima edizione, Marco Bassetti, ha commentato con queste parole l’operazione:

Siamo lieti che la maggioranza dei nostri creditori abbia accettato i termini della ristrutturazione proposta. Ora siamo in una posizione finanziaria forte per il futuro.

Le televisioni di proprietà dell’ex premier italiano, oggi tornato ufficialmente a capo delle sue aziende, subiscono un colpo, visto che per l’acquisizione di quattro anni fa, costata a Mediaset ben 2,6 miliardi, fu per buona parte finanziata a debito, ed oggi la sua partecipazione societaria andrà sotto il dieci per cento del capitale.

Per ciò che riguarda il fortunato reality la società statunitense Time Warner ha già fatto una proposta economica, visto che il Grande Fratello italiano è ancora piuttosto redditizio, ed alla gara potrebbero partecipare anche le compagnie, rispettivamente tedesche ed inglesi, Rtl e Itv.