Maurizia Paradiso, ex attrice pornografica e conduttrice televisiva, continua a lottare contro la leucemia che l’ha colpita improvvisamente, sostenuta dai suo numerosi fan che dai social la incoraggiano e le lanciano messaggi di auguri e di pronta guarigione.

Uscita dalla prognosi riservata dopo sei cicli di chemioterapia, adesso Maurizia sta molto meglio e, intervistata a “Domenica Live”, ha voluto raccontare la sua lunga battaglia non ancora terminata:

“Stavo morendo, ero in prognosi riservata. Però non mi lamento, perché io sono qui a raccontarlo e per molti non è così. La leucemia non perdona e probabilmente non perdonerà neanche me”.

La Paradiso ha, così, colto l’occasione per parlare anche della truffa subita da Emanuele, un fan accanito che si è finto suo amico e che, con un viso angelico che poteva sembrare quello di un ‘apostolo‘, inizialmente si è preso cura di lei nascondendo i suoi doppi fini:

“In ospedale veniva sei giorni su sette e io gli chiedevo ‘perché lo fai?’. ‘Perché ti voglio bene‘, mi rispondeva. Poi mesi fa, ho perso una causa legale e hanno portato via 22mila euro dal conto corrente. Ho pensato: fammi prendere i soldi che mi sono rimasti, prima che qualche avvocato mi faccia sequestrare anche quelli. Così ho fatto a Emanuele un assegno da 40 mila euro, con l’accordo che li avrebbe usati per le mie cure“.

Una truffa bell’e buona quella di Emanuele che, al momento della restituzione di quei soldi, è letteralmente scomparso. Raggiunto da “Le Iene” il giovane è uscito allo scoperto, dichiarandosi completamente in buona fede: secondo lui quella somma in denaro gli spetta per il suo lavoro da ‘colf’ e per i rapporti professionali che aveva intrattenuto con la Paradiso, e perciò non ha nessuna intenzione di restituirla. Secondo l’ex conduttrice non esiste, in verità, nessun contratto lavorativo tra di loro e quindi in diretta tv ha lanciato un appello al giovane truffatore:

“Il mio legale è qui ma i tuoi avvocati, quelli di cui parli, dove sono?“.