Guerra aperta tra “Servizio Pubblico” e “Mattino Cinque“. Nel programma di Santoro era stata messa alla gogna l’inviata di “Mattino Cinque” Francesca Bastone in merito all’intervista lanciata l’8 aprile scorso a due giovanissime zingare, che hanno sostenuto di essere state pagate dalla giornalista per rilasciare dichiarazioni false. Il conduttore del programma della Mediaset Federico Novella, per smentire le accuse fasulle, ieri ha voluto rispondere indirettamente a Santoro mandando in onda la versione integrale dell’intervista, in presenza della collega che era in collegamento.

La Bastone ha così avuto modo di dare la sua versione dei fatti:

“Sono accuse infamanti e gravissime, ma mi scivolano addosso, sinceramente. Ero lì per un’inchiesta sulla criminalità giovanile. Le due ragazze le ho incontrate casualmente e hanno rilasciato le dichiarazioni spontaneamente. Non c’è stata ricompensa in denaro, lo può testimoniare l’operatore che è stato tutto il tempo con me”.

Il conduttore che, riferendosi a “Servizio Pubblico” lo ha accusato di “menzogne gravissime, pesanti, di cui tutti risponderanno anche nelle sedi giudiziarie“, ha inoltre aggiunto:

“Siamo orgogliosi di questa intervista perché ha scoperchiato una verità che qualcuno vuole tenere nascosta. Non dobbiamo vergognarci per aver fatto il nostro lavoro”.

Quale sia la verità è ancora un dilemma. In effetti potrebbe sorgere qualche dubbio perchè, nella versione integrale del servizio, la stessa giornalista rivolgendosi alle due ragazze ha affermato:

“Secondo me non è vero che voi guadagnate tutti quei soldi”.

Un dubbio lecito che, però, non era stato esplicitato nell’intervista mandata in onda quasi un mese fa e per il quale i telespettatori pretendono chiarezza.