Non sono passati neanche 20 anni dall’uscita del primo capitolo della trilogia di Matrix, ma a quanto pare la Warner Bros sembra essere intenzionata a produrre il reboot di uno dei titoli che più hanno influenzato i successivi action movie (sopratutto a livello tecnico e tecnologico).

Lo studio si trova nelle prime fasi di sviluppo del progetto, per il quale sarebbe stato ingaggiato lo sceneggiatore Zak Penn (scelto anche da Steven Spielberg per la trasposizione di Ready Player One), mentre sembra che Michael B. Jordan (Creed, Fruitvale Station) possa essere l’aspirante protagonista della saga.

A quanto pare però sembra che non siano state contattate in alcun modo le due sorelle Wachowski, che hanno scritto e diretto l’intera trilogia e che di recente hanno firmato Cloud Atlas, Sense8 e Jupiter – Il destino dell’universo.

A quanto pare il loro coinvolgimento nel progetto sarebbe messo in dubbio dal ruolo del produttore Joel Silver, che si era occupato anche della trilogia originaria e che aveva venduto i suoi diritti del franchise nel 2012.

I rapporti fra i tre sarebbero tesi, ma la Warner Bros sembra più interessata a ricevere la benedizione delle cineaste per guadagnarsi il favore dei fan storici.

Negli ultimi mesi in realtà alcune voci di corridoio avevano riferito di un potenziale interessamento in merito a una serie tv basata sul franchise di Matrix, sulla scorta di quanto avvenuto con gli universi narrativi della Marvel e della Lucasfilm.

Tra le ipotesi più chiacchierate vi era anche quella di un film prequel incentrato sulle avventure di un giovane Morpheus. Al momento per il progetto è ancora in divenire, e bisognerà attendere ancora alcuni mesi prima di avere conferme ufficiali.

Di recente Keanu Reeves aveva dichiarato di essere disposto a tornare nei panni dell’hacker ed Eletto Neo solo se dietro la macchina da presa vi fossero state le Wachowski, ma questa ipotesi pare essere sempre più remota.