Massimo Ghini arriva a un traguardo importante della propria vita, spegnendo oggi 60 candeline. L’attore è nato per l’appunto a Roma il 12 ottobre 1954 e ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo come altri prima di lui, ovvero facendo l’animatore in villaggi turistici, per poi dedicarsi al teatro, al doppiaggio e all’attività di speaker radiofonico.

La sua notorietà presso il grande pubblico è dovuta a una molteplicità di fattori: Ghini infatti nei primi anni della sua carriera è stato interprete di film firmati da registi di pregio, come per esempio Giovanni Bertolucci, Emidio Greco, Paolo Virzì, Franco Zeffirelli, Carlo Lizzani, quindi rivolgendosi a un target selezionato, mentre negli ultimi anni iniziando a frequentare il “giro” dei cinepanettoni, inanellando Natali in varie parti del mondo ha allargato decisamente la propria platea.

Più omogenea invece la parte televisiva della carriera di Ghini, che ha partecipato a una sequela impressionante di miniserie e film per il tubo catodico sin dal 1981. Negli ultimi anni, oltre a averlo visto in fiction come Piper, Era mio fratello, i due Raccontami, o nei panni di Enrico Mattei – L’uomo che guardava al futuro, l’attore romano è stato anche conduttore di trasmissioni quali Delitti rock, concorrente estemporaneo in Ballando con le stelle e presentatore di Miss Italia su La7.

Della vita privata di Ghini, segretario generale del Sindacato Attori Italiani della CGIL, ricordiamo anche la relazione con Sabrina Ferilli, un matrimonio con Nancy Brilli. Attualmente invece è sposato con la pittrice e scultrice Paola Romano, da cui ha avuto due figli che si vanno ad aggiungere agli altri due nati da precedenti matrimoni.

Tra le interpretazioni migliori della filmografia di Ghini vogliamo ricordare il suo ruolo in Compagni di scuola di Verdone, Roberto Rossellini in Celluloide di Lizzani, , il padre di Zeffirelli nel suo Un tè con Mussolini, quello di Guido Rossa di Guido che sfidò le Brigate Rosse e il capo dell’azienda di Tutta la vita davanti di Virzì.

Foto: Outing – Fidanzati per sbaglio