Si è spenta a 62 anni Mary Ellen Trainor, attrice che aveva guadagnato una certa celebrità grazie al ruolo della psichiatra Stephanie Woods in tutti e quattro i capitoli della saga di Arma Letale.

A confermare ieri la notizia è stata la presidente della Lucasfilm Kathleen Kennedy, la quale ha dichiarato che l’amica di lunga data era morta il mese scorso nella sua casa. di Montecito

La Trainor, scomparsa a causa di un cancro al pancreas, aveva iniziato a interessarsi alla recitazione solo dopo essere entrata nel mondo del cinema dalla porta di servizio, per così dire. Dopo aver studiato giornalismo presso l’Università statale di San Diego, dove aveva incontrato la Kennedy, si era dapprima data alla radio, per poi entrare sul set di 1941 – Allarme a Hollywood, diretto da Steven Spielberg, come assistente di produzione.

Durante le riprese era nata una storia d’amore con lo sceneggiatore della pellicola, Robert Zemeckis (la saga di Ritorno al futuro, Polar Express, il prossimo The Walk), con cui era convolata a nozze nel 1980, e da cui avrebbe divorziato nel 2000. Quattro anni dopo il matrimonio Zemeckis, da buon cineasta, la convinse a provare la strada della recitazione nel film Alla ricerca della pietra verde, nella quale avrebbe interpretato un ruolo importante, quello della sorella rapita del personaggio di Kathleen Turner.

La parte darà il via a una carriera costellata di piccole partecipazioni nelle pellicole del marito e dell’amico Richard Donner, vero e proprio Re Mida della produzione cinematografica (suoi i film I Goonies - di cui si festeggiano oggi i 30 anni - Arma letale, S.O.S. Fantasmi, Ladyhawke, il primo Superman).

Tra gli altri film importanti della produzione della Trainor si segnalano Forrest Gump, Die Hard – Trappola di cristallo, Congo, Scuola di mostri, Ghostbusters II e La morte ti fa bella. Negli ultimi anni era comparsa anche in serie tv di un certo successo come Roswell, Parker Lewis Can’t Lose e Relativity.