Da qualche giorno era ricoverato presso la clinica La Madonnina di Milano e oggi, all’età di 85 anni, Marta Marzotto si è spenta nell’abbraccio dei suoi cari.

Modella e stilista, ma sopratutto frequentatrice abituale dei salotti vip, di cui era la regina indiscussa, la Marzotto nacque a Reggio Emilia in una famiglia di umili origini.

Figlia di un casellante delle ferrovie e di una mondina, inizialmente prese a seguire la professione della madre, per poi diventare sarta e quindi modella per le sorelle Aguzzi del capoluogo lombardo.

Fu proprio nel settore delle sfilate che conobbe il conte Umberto Marzotto di Valdagno, che con gli altri fratelli della famiglia era proprietario dell’industria tessile Marzotto. I due si sposarono nel 1954 e in tutto ebbero cinque figli, tra cui Paolo, poi madre di Beatrice e Carlo Borromeo.

Nonostante i due avessero divorziato anni dopo la stilista continuò a utilizzare il cognome Marzotto, anche quando verso la fine degli anni ’60 prese a frequentare Renato Guttuso, il celebre pittore di cui divenne musa ispiratrice sia in campo artistico che privato. Sono tante infatti le opere in cui Marta Marzotto viene ritratta, come per esempio nella serie Cartoline. I due si sarebbero lasciati bruscamente dopo quasi vent’anni.

La Marzotto era nota sia come stilista e disegnatrice di gioielli, che amava molto, sia quale grandissima animatrice di salotti e personaggio televisivo che non disdegnava mai comparsate nei vari programmi catodici.

Tante anche le sue iniziative benefiche, per non parlare del suo coinvolgimento nella lotta alla camorra. Famose le sue amicizie con Bettino Craxi e Sandro Pertini

La nipote Beatrice Borromeo l’ha ricordata oggi con un tweet in cui è ritratta in una fotografia in bianco e nero.