Reduci dal successo dell’album Santeria, uscito lo scorso 24 giugno per Universal Music e tuttora presente nella classifica Fimi degli album più venduti in Italia, Marracash e Guè Pequeno annunciano il Santeria Live Tour, che da gennaio 2017 li vedrà impegnati sui palchi dei principali club della Penisola.

La scaletta degli show sarà incentrata sui brani dell’album Santeria, ma non mancheranno momenti dove i due rapper proporranno brani dalle loro singole produzioni. Durante i live, sul palco verranno proiettati dei video in cui verrà raccontata la loro vita privata e lavorativa, hanno svelato Marracash e Guè Pequeno in conferenza stampa. Ci sarà quindi un espediente narrativo per cui i due artisti verranno separati, dando così modo ad ognuno di loro di ritagliarsi un intermezzo solista. “L’idea è quella di portare in scena un vero e proprio film raccontando una storia nel live – ha dichiarato Marracash – Sul palco ci saranno spezzoni di film, visual e musica”, il tutto curato dal visual artist Giuseppe Domingo Romano, regista di “Vasco tutto in una notte LiveKom015 “. Le scenografie del tour saranno invece firmate dall’artista colombiano Armando Mesias, che per il duo ha già curato la copertina dell’album.

I live che partiranno a gennaio saranno quindi “cinematografici e interattivi”. “Metteremo al centro le nostre storie e soprattutto la nostra amicizia” hanno spiegato Marracash e Guè Pequeno.

Queste le date del Santeria Live Tour:

  • 27 gennaio: PADOVA – GRAN TEATRO GEOX
  • 28 gennaio : VENARIA (TO) – TEATRO CONCORDIA
  • 31 gennaio: MILANO – ALCATRAZ
  • 3 febbraio: FONTANETO D’AGOGNA (NO) – PHENOMENON
  • 4 febbraio: NONANTOLA (MO) – VOX CLUB
  • 14 febbraio: NAPOLI – PALAPARTENOPE
  • 16 febbraio: FIRENZE – OBIHALL
  • 18 febbraio: ROMA – ATLANTICO

I biglietti per assistere alle date del tour sono già disponibili sul circuito TicketOne.

Dall’album Santeria, sono stati finora estratti i singoli Nulla accade, certificato Disco di Platino e Insta Lova che con oltre 25mila copie vendute ha già ottenuto il Disco d’Oro.