La diva Marilyn Monroe potrebbe rivivere grazie alle nuove tecnologie.

Come successo già qualche tempo per il rapper Tupack Shakur, ucciso da cinque colpi di pistola nel 1996, che al Coacella Film Festival ha preso parte ad un concerto, anche Mariliyn potrebbe avere il suo ritorno sulla scena.

Il 2012 è, nel bene e nel male, l’anno di Marylin. Ad agosto, infatti, ricorreranno i cinquanta anni dalla sua morte, avvenuta forse a causa di una overdose, e sono tante le manifestazioni dedicate a questo anniversario. Dall’uscita del film di Simon Curtis “My week with Marilyn”, interpretato da Michelle Williams, a Cannes che quest’anno ha deciso di dedicare alla diva il manifesto della kermesse (nella foto), fino alla mostra fotografica “The last Sitting” che si tiene ad Aosta in questi giorni in cui sono esposti gli ultimi scatti della diva fatti da Bern Stern, sono centinaia le iniziative per ricordarne la vita e la carriera.

La prossima dovrebbe tenersi entro la fine dell’anno, data e location sono ancora sconosciuti, e la dive dovrebbe riapparire sul palco in versione ologramma e interagire con gli altri cantanti e artisti presenti.

A differenza di quanto accaduto per Tupac, però, nel caso di Marilyn si è già scatenata una battaglia legale. I legali che rappresentano Marilyn e detengono i diritti sulla sua immagini non sono assolutamente intenzionati a far decollare questo progetto e sono già partite le prime carte bollate.