A distanza di 50 anni dalla morte dell’intramontabile Mariliyn Monroe, avvenuta nel lontano agosto del 1962, questo mese, l’edizione italiana di Playboy ha deciso di farle omaggio e in sua memoria ha ripercorso quell’epoca e quell’epopea.

La causa del decesso dell’attrice statunitense, che allora aveva solo 36 anni, sarebbe stato un avvelenamento da barbiturici anche se è rimasto un mistero, se si fosse trattato o meno di suicidio.

Alcune delle foto più sexy della carriera della Monroe furono proprio quelle pubblicate da Playboy, facendo anche la fortuna del magazine di Hugh Hefner che si consacrò, grazie a quegli scatti, come la rivista per uomini più famosa al mondo.

L’editoriale di Playboy Italia riporta le parole di Jimmy Jellinek, direttore di Playboy America : “Per il primo numero Hugh Hefner voleva usare un’immagine in 3d con gli occhiali, ma non poteva permetterselo, così optò per degli scatti di nudo di un’attrice poco conosciuta” .

È così che Jellinek che ha voluto, insieme al suo staff, dedicare a Marilyn  la copertina del numero di dicembre/gennaio 2013, con all’interno una serie di foto che hanno fatto la storia.

Nel servizio dell’edizione italiana vengono pubblicate foto molto celebri della diva, da pose artistiche per calendari a immagini sul set, un’intera selezione intitolata “The Nude Marilyn“.

Immagini che hanno contribuito alla creazione del suo mito, che l’hanno resa un’icona indiscussa di sensualità e di femminilità.