La sorella maggiore di Mariah Carey, Alison, sarebbe stata arrestata con l’accusa di prostituzione. La donna sarebbe stata fermata mentre si trovava in un albergo di New York, lo scorso 26 agosto. Per Mariah Carey l’ennesima tegola in famiglia dato che la stessa Alison, che oggi ha 55 anni, era già salita agli onori della cronaca quando aveva deciso di raccontare pubblicamente la sua esperienza con la sieropositività. Attraverso i mass media, la donna aveva lanciato una sorta di appello alla cantante, chiedendole un aiuto e di non abbandonarla. Anche il fratello della Carey, in quell’occasione, ammise che Mariah fosse l’unica a poter aiutare davvero Ali, se non altro perché in grado di farlo economicamente.

Appello che però sembrò di essere caduto nel vuoto dato che la stessa Mariah Carey avrebbe ammesso che i rapporti con i suoi fratelli, Alison e Morgan, sarebbero pessimi da anni e che tra loro due e la cantante tutto sarebbe stato interrotto. E sembra anche che per il momento Mariah Carey non abbia affatto commentato ufficialmente quanto accaduto alla sorella maggiore adesso che sarebbe stata arrestata con l’accusa di prostituzione.

A quanto pare Alison adescava i clienti con annunci in cui scriveva frasi tratte dalle canzoni della più celebre sorella. I poliziotti sarebbero riusciti ad arrivare a lei grazie ad un adescamento e starebbero cercando di capire se abbia avuto sempre rapporti protetti con i clienti dato che la sua sieropositività sarebbe ormai di dominio pubblico. Per Alison la vita non è mai stata così facile: dopo la separazione dei genitori andò a vivere col padre ma a quanto pare finì subito nella trappola della droga e della prostituzione, tra l’altro diventando madre molto giovane (a 15 anni ebbe il primo dei suoi quattro figli).