Maria De Filippi è molto presente in televisione, ma riguardo alla sua vita privata è sempre molto riservata. La conduttrice di Uomini e donne e C’è posta per te di recente ha avuto un grave lutto in famiglia e ha deciso di parlarne con grande garbo.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del serale di Amici 15, Maria De Filippi ha dichiarato di aver perso sua madre. La triste notizia è stata data quando un giornalista le ha chiesto come mai un nuovo progetto a cui stava lavorando lo scorso anno insieme a Renato Zero non era poi più andato in porto.

Maria De Filippi ha spiegato che il motivo per cui il progetto, almeno per ora, non è stato realizzato è per motivi strettamente personali, poiché ha subito una grave perdita. La conduttrice ha dichiarato: “Quest’anno per me è stato un anno un po’ difficile personalmente. È stato un po’ delicato e quindi l’idea è scemata per colpa mia, perché non ho avuto tempo di lavorarci. Parlo proprio di motivi familiari personali. Non c’entra Maurizio, è mia mamma. Ho avuto un lutto dopo una malattia importante e quindi non ho avuto modo di portare avanti questa idea perché il tempo che non stavo in televisione stavo a casa. Comunque il progetto con Renato Zero è ancora in piedi”.

Nel corso dell’incontro con la stampa si è inoltre parlato della nuova edizione di Amici. Risalto in particolare per l’attesa partecipazione di Morgan, che sarà ospite fisso del programma condotto da Maria De Filippi. Al riguardo, il cantante dei Bluvertigo ha affermato: “Sono ancora un pesce fuor d’acqua qui, non sono mai stato a Mediaset. Prima cercavo Maria per graffiarla con le mie parole, per un dibattito dialettico. Io sono il giudice che ha vinto più edizioni di talent in tutto il mondo. Televisivamente non sono esperto, ma musicalmente sì. Maria ha smentito che la musica non fa ascolti in tv. Ha portato un nuovo modo di fare musica in tv ed è brava. Mi piace che questo sia un luogo dove si studia, mi piace che sia una scuola. I ragazzi sono fortunati a lavorare così. A X Factor, a telecamere spente, si andava tutti a casa. Non potevo fare altro con i ragazzi, il format me lo impediva. Nelle prime edizioni abbiamo avuto molta più libertà, poi è diventata una cosa incredibile”.