Questo ed altro ha raccontato la Sanguinaria in chat con i suoi fan su Facebook, molte risposte ad altrettante domande.

Che Maria De Filippi sia la protagonista indiscussa della stagione televisiva di Canale 5, è un dato di fatto. Le sue trasmissioni sono tante, da ‘C’è posta per te’ ad ‘Amici’, da ‘Uomini e donne’ a ‘Italia’s got talent’, domande e curiosità dei fan sono numerose e, in epoca di social netw’ork, il modo più semplice per rispondere è chattare. Un paio d’ore di conversazione e tante curiosità sono appagate.

Non parteciperà mai al Festival di Sanremo, come più volte annunciato, e subito passa all’argomento di Amici. É soddisfatta dei 3 giudici di questa edizione di Amici 2013, la loro competenza è tale da poter giudicare gli aspiranti artisti anche se il compito di Luca Argentero, Sabrina Ferilli e Gabry Ponte non è stato semplice:

La giuria ad Amici non era centrale come quella di altri talent e secondo me, oltretutto, era stracompetente. Io non ho fatto fuori nessuno e per altro credo che la giuria vista ad Amici fosse davvero competente. La competenza o la conoscenza della musica possono appartenere anche a chi non è un discografico.

Da qui la decisione di confermare tutto il cast. Non poteva mancare il richiamo al televoto presente solo nella serata finale di Amici, l’unica peraltro in diretta:

Amici cambia ogni anno perché cambio io e cambiano anche i gusti dei telespettatori. La recitazione non c’è più perché purtroppo è difficile rendere televisivamente un momento così intimo come prevede la recitazione. Sul televoto, dovete un po’ decidervi: a volte dite che a votare sono solo le “ormonose” come le chiamate voi o le “bimbeminkia” e allora non ha valore; quando non c’è più, vi lamentate che non c’è più.

Maria De Filippi ricorda che aveva proposto un crossover con X Factor già dalla prima edizione del talent targato Rai, ma la risposta fu negativa. Smentisce i compensi alti alle star hollywoodiane intervenute ad Amici ma conferma che ad Amici 13 ci saranno molte novità. Intanto, per la prima volta nella storia del talent di Maria De Filippi ci saranno i provini a Milano (dal 4 al 6 luglio prossimi), tornerà Miguel Bosè. La prossima edizione, che inizierà a dicembre, aprirà le porte a nuove discipline:

Le crew esistono e le band anche, e quindi è giusto dare spazio a queste realtà. Riusciremo a trovare un modo equo per le sfide.

Sul fronte Uomini e donne, in questi ultimi tempi si sta parlando molto di una versione gay e di storie omosessuali da portare a ‘C’è posta per te’, senza fare alcuna discriminazione (non è proprio da Maria De Filippi), il problema sarebbe un altro:

Forse Uomini e Donne avrebbe un problema pratico: i corteggiatori avrebbero possibilità di vedersi di incontrarsi anche due volte a settimana e se nascessero storie d’amore, verrebbe meno l’assunto del programma. Per C’è posta, spesso ci ho pensato, sono arrivate delle richieste, ho però una remora: il compagno o la compagna invitato al buio (come il presupposto vuole), laddove non fosse dichiarato, sarebbe contento/a di vedere rivelato il suo orientamento sessuale?