Marco Baldini è sempre più presente su Periscope, una delle applicazioni più recenti, che permette agli utenti di fare video in diretta streaming. L’ex conduttore radiofonico si “diverte” a parlare con i suoi followers, rispondendo alle domande oppure alle loro considerazioni ed è arrivato a creare un vero e proprio spazio tutto suo, solitamente in onda dopo le ore 23 e che ha deciso di intitolare #LiberoBaldini.

Una delle ultime puntate – se possiamo definirle così – di #LiberoBaldini, ha permesso a Marco Baldini di chiarire una volta per tutte quali siano oggi i rapporti che lo legano a Rosario Fiorello. I due hanno lavorato insieme per anni, conducendo fianco a fianco il programma di grande successo radiofonico Viva Radio 2 e comparendo come coppia dello spettacolo anche in programmi tv e spot pubblicitari.

Una ex coppia dello spettacolo, appunto, quella formata da Fiorello e Marco Baldini, perché oggi i due non si sentirebbero più (Baldini dice che l’ultima volta è accaduto nel novembre scorso). Sarebbe stato proprio Baldini – almeno da quello che afferma lui – ad aver voluto interrompere il rapporto sia professionale sia umano con Fiorello.

Ma perché la necessità di Marco Baldini di parlare, proprio adesso, di Fiorello? Lo showman l’avrebbe fatto perché stufo di sentirsi chiedere per strada di salutare Fiorello o comunque di ricevere domande su di lui. E come dice lui, la loro coppia si è rotta perché anche le migliori coppie spesso possono dirsi addio. Baldini sembra volersi prendere tutte le colpe per la fine del rapporto con Fiorello ma in altri momenti delle sue dichiarazioni sembra di capire, piuttosto, che sotto ci sia molto di più e che la verità, forse, non sarà mai rivelata.

Infine, Baldini commenta anche la sua sostituzione nello spot Wind (che Fiorello prima aveva occasionalmente girato con lo stesso Baldini) con Carlo Conti (parliamo di sostituzione ma non sappiamo se tale possa essere considerata). Una “sostituzione” che a lui non sembra aver dato fastidio, almeno per quanto riguarda le parole di lodi espresse nei confronti di Conti, di cui, anzi, sembra aver apprezzato la performance comica.